quantodurailsempre@gmail.com

Quanto dura il sempre

Recensioni

“Il ragazzo selvatico” di Paolo Cognetti

È il 2008 e un ragazzo come molti altri della sua generazione inizia a sentirsi perso, insoddisfatto, inquieto. Prova a concentrarsi sulla sua vita, sui suoi interessi di sempre, ma persino ciò che più ama e su cui ha costruito se stesso e il suo personale universo gli appare inutile, lo respinge. Addirittura la scrittura e la lettura non sortiscono…
Leggi tutto

“L’uomo di Marte” di Andy Weir

Acidalia Planitia, Marte. A Sol 6 della missione Ares 3, una tempesta di sabbia a 175 km orari costringe l’equipaggio di Hermes a raggiungere d’urgenza il MAV (Mars Ascent Vehicle) per abbandonare Marte prima di compromettere il veicolo e restare bloccati sul pianeta. Durante la corsa dall’Hab (base marziana) verso il MAV, una delle antenne riceventi travolge un uomo dell’equipaggio,…
Leggi tutto

“Sofia si veste sempre di nero” di Paolo Cognetti

Sofia esce ed entra dalla sua vita senza troppe parole, senza preavvisi né saluti. Sofia non ama salutare. A malapena la sentiamo nascere di notte, settimina, senza pianto né respiro. La ritroviamo a 8 anni, nascosta all’ombra della crisi matrimoniale dei suoi genitori e del mutismo malato di sua madre. La seguiamo nei suoi cambiamenti, ne percepiamo chiaramente gli stati…
Leggi tutto

Sosterrò le ragioni della leggerezza: Italo Calvino e la pesantezza del nostro tempo

“[…] sosterrò le ragioni della leggerezza”: esordisce così Italo Calvino nello scritto preparatorio per la conferenza dedicata alla leggerezza, scritto con cui avrebbe dovuto aprire il ciclo di sei conferenze nell’anno accademico 1985/1986 all’Università di Harvard. Anche nelle sue narrazioni, nell’opposizione tra peso e leggerezza, Calvino ha sempre scelto di sottrarre peso, guardando alla leggerezza come a un valore e non…
Leggi tutto

“Le correzioni” di Jonathan Franzen

(Schopenhauer: Una parte considerevole del tormento dell’esistenza è il fatto che siamo continuamente incalzati dal Tempo, che non ci lascia mai prendere fiato e ci corre sempre dietro come un sorvegliante con la frusta). Alcune storie, alcuni personaggi, alcune famiglie stentano a uscire dalla mente di un lettore anche dopo aver voltato l’ultima pagina. Non è questione di romanticismo né di attaccamento, bensì…
Leggi tutto